Shop

Ghiaccio Secco - 10 Kg

immagine Codice Articolo D-KT-EC-CRCB16-P16#
immagine Temperatura -78°C
immagine Durata Max. 6 giorni
immagine Dimensioni Esterne 295 X 395 X (h) 375 mm
immagine Peso 12 Kg.
immagine Volume Utile 193 X 293 X (h) 274 mm
immagine Ordinativo Minimo 1 Pz
Quantita
Prezzo: € 35.00
Descrizione

Ghiaccio Secco - 10 kg in Pellets da 16 mm - in Contenitore Isotermico in Neopor + Scatola in cartone
 
Il ghiaccio secco è anidride carbonica (CO2) allo stato solido, si ottiene quando la temperatura raggiunge i -78 °C. Viene definito "secco" perché in condizioni di pressione standard l'anidride carbonica passa dallo stato solido a quello gassoso per sublimazione ovvero senza passare per lo stato liquido.
 
Il ghiaccio secco ha numerose applicazioni soprattutto in campo conservazione al freddo. Ecco alcuni dei possibili utilizzi:
 
Industria Alimentare
  • TRASPORTO ALIMENTARI - Trasporti a bassa temperatura di gelati, dolci, prodotti alimentari surgelati.
  • CONSERVAZIONE DEI CIBI SURGELATI - Frutta fresca, verdure, carni, pesce, latticini.
  • PRODOTTI DA FORNO INDUSTRIALI - Per controllare la temperatura dell’impasto aggiungendo il ghiaccio secco nell’impastatrice come un qualsiasi ingrediente.
  • INSACCATI O PRODOTTI MACINATI - Per controllare la temperatura durante i processi di macinazione aggiungendo ghiaccio secco nella macinatrice come un qualsiasi ingrediente e rallentando la crescita batterica.
  • MACINAZIONE A FREDDO - Polvere di cacao, spezie, caffè o tè, etc.
  • PULIZIA - Piastre di forno; nastri trasportatori; teglie e superfici metalliche o plastiche; stampi di waferati; stampi di coni; mescolatori.
  • ENOLOGIA - Vinificazione di uve bianche e rosse, pigiatura, controllo della temperatura di vinificazione, macerazione carbonica, macerazione a freddo, refrigerazione.
 
Industria cinematografica e dell’intrattenimento
  • PRODUZIONE DI EFFETTI SPECIALI - Per il fumo bianco e denso prodotto dal ghiaccio secco che sublima una volta immerso nell’acqua. È inoltre impiegato per produrre la pioggia artificiale, lanciato in ghiacci dentro nubi sovraraffreddate in modo da agire come nucleo di condensazione e provocare la formazione di cristalli di ghiaccio.